Per noi è stata una bellissima esperienza, ci siamo divertiti e abbiamo visto che la gente ci ha accolto bene. Non ci aspettavamo così tanta gente. E’ stata un’esperienza unica. Siamo alle prime armi, non siamo professionisti, ma cerchiamo di stare dietro ai ragazzi della banda  (Marco, Gentian, Boian – musicisti dello spettacolo)

E’ un modo di far entrare le persone comuni nella realtà carceraria e di portare fuori i detenuti a rivedere il mondo fuori. Una serata diversa, con tanta gente. Anche il fatto di essere in quartiere periferico e multietnico, e non solo nel centro dove solitamente si fanno gli eventi, è stato bello. (Milena)

E’ stata una serata piacevole, un modo per ricostruire quello strappo che c’è ma che va ricucito. Il fatto di essere inseriti in una rassegna che sottolinea la voglia di cucire realtà diverse è quello che spinge le nostre attività: il desiderio di integrarsi e riavvicinarsi e affrontare situazioni magari scomode che esistono nella nostra città. Lo dimostra anche il maestro che viene ad insegnare all’interno dell’Istituto: non basta essere un bravo maestro di musica, ci vogliono anche grandi qualità personali. (operatrice Verziano)

E’ stato bello e mi sono divertita. Io sono venuta a vedere mio zio, che era da due anni e mezzo che non vedevo, da quando è al Verziano, e mi è piaciuta molto questa opportunità di poterlo incontrare. Non conoscevo Barfly ma questa cosa di fare teatro nei cortili e all’aperto mi è piaciuta tanto!

Sono venuto perchè c’è mia figlia che suona nell’orchestra. Il concerto mi è piaciuto, non solo perchè sono stati bravi a suonare, ma vedere gente così diversa, con vite così diverse che riescono a trovare qualcosa che li accomuni. Troppe volte ci si concentra per cercare quali sono le cose che dividono, invece basterebbe impegnarsi un pochino per trovare e valorizzare quelle che uniscono e si potrebbe stare tutti insieme e stare tutti insieme meglio. Barfly mi sembra una bella idea, può essere una di quelle cose che aiutano ad aggregare le persone con situazioni diverse e magari difficili.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.